Abbandona fra i rovi gattino di due mesi, denunciato 60enne

Un'indagine lampo condotta nei giorni scorsi dal Commissario Villare della Polizia Locale di Canelli ha permesso di individuare e denunciare un uomo di 60 anni, M.G., residente in un paese limitrofo per abbandono di animali.

Più informazioni su

Grazie allo spirito di collaborazione di un cittadino che nell’immediatezza ha fornito informazioni utili e grazie anche al supporto delle telecamere si è riusciti ad individuare un’automobile che si allontanava dalla zona industriale di Canelli dopo aver gettato fra i rovi di un gerbido un gattino di circa 1-2 mesi di vita (fortunatamente recuperato e già adottato). Il problema è di costante attualità e soprattutto nei mesi estivi sono sempre più frequenti gli abbandoni di animali in tutta Italia. Questa è la dimostrazione che quando i cittadini collaborano con senso civico ed avvisano tempestivamente le forze di polizia, qualcosa si può fare.

L’uomo è stato individuato nel giro di poche ore ed è stata formalizzata  la Notizia di Reato presso la Procura della Repubblica di Asti due giorni dopo. L’uomo, è stato denunciato ai sensi dell’art. 727 del C.P. e rischia fino all’arresto ad un anno e/o una multa da 1.000 A 10.000 euro, oltre alle spese legali, di giustizia o eventuali costituzioni di associazioni animaliste. “Vorremmo che la Polizia Locale venisse considerata sempre più spesso un alleato dei cittadini e non solo un organo di repressione. Operazioni come questa avvicinano la popolazione alle istituzioni e radicano il senso civico” afferma il Sindaco Gabusi.

Più informazioni su