Quantcast

Non denuncia redditi per oltre un milione di euro, denunciato dalla GdF di Nizza promotore finanziario

Prima non ha dichiarato una corposa parte del proprio reddito, poi ha provato a vendere i propri beni per evitare che venissero aggrediti, ma è stato tutto inutile.

I Finanzieri della Tenenza di Nizza Monferrato, al termine di un’attività ispettiva condotta nei confronti di un promotore finanziario astigiano, hanno constatato che il professionista si era sottratto al pagamento di imposte sui redditi per un importo pari a € 1.149.953,00.

Il responsabile della condotta illecita è stato, pertanto, segnalato all’Autorità Giudiziaria competente per aver presentato una “dichiarazione infedele” e, in relazione a quanto contestato, i militari hanno avanzato la proposta di applicazione della misura della confisca per equivalente sulle somme di denaro, beni e altre utilità a lui riconducibili.

Inoltre, nel corso delle indagini patrimoniali è emerso che il professionista, al fine di sottrarsi al pagamento delle imposte, in epoca successiva alla conclusione della verifica fiscale, aveva, attraverso atti preordinati, alienato il proprio patrimonio, costituito da beni immobili e quote societarie di cui era titolare, a favore di terzi. Per tale condotta è stato nuovamente deferito all’Autorità Giudiziaria.

Il G.I.P., condividendo quanto precedentemente proposto dagli operanti, ha disposto, nei confronti del promotore finanziario e dei soggetti acquirenti, il sequestro preventivo, funzionale alla confisca per equivalente, dei beni fraudolentemente sottratti al fisco per un valore ammontante a circa 487.000 euro.