Due prestigiosi riconoscimenti per i vini della Cantina di Vinchio e Vaglio Serra

Dopo una vendemmia particolarmente soddisfacente sotto il profilo della qualità delle uve e delle prospettive per un’annata di grande eccellenza enologica, la Viticoltori Associati di Vinchio e Vaglio Serra ha anche recentemente ottenuto due prestigiosi riconoscimenti per la sua attività ed i suoi vini, il primo sul mercato tedesco ed il secondo su quello nazionale.

Nell’ottobre scorso, l’autorevole rivista tedesca Weinwirtschaft l’ha inserita ai piani alti – tra le prime dieci – della graduatoria che prendeva in considerazione le migliori venti Cantine cooperative italiane. La graduatoria, compilata in base ai punteggi ottenuti dai vini prodotti dalle varie Cantine, ha visto piazzarsi al secondo posto assoluto tra i “rossi”, con 89 punti su 100, il “Vigne Vecchie” Barbera d’Asti Superiore Docg 2009, alla pari con un Barolo della Cantina Clavesana, mentre la Barbera d’Asti Superiore “I Tre Vescovi” docg 2012 ed il “Vigne Vecchie 50anni ” Barbera d’Asti Docg 2013 sono state accreditati di 87 punti, classificandosi nella parte più alta della graduatoria.

E’ solo di pochi giorni fa, invece, la notizia che il Barbera d’Asti superiore docg “I Tre Vescovi” 2013 ha ottenuto l’Oscar Nazionale Qualità/Prezzo della guida Berebene 2016 del Gambero Rosso per il Nord Italia, un riconoscimento riservato a soli sei vini (tre bianchi e tre rossi) di tutta Italia. Berebene 2016, alla ventiseiesima edizione, segnala i vini la cui qualità è valutata di alto profilo ma che costano al di sotto dei 10 euro.

In questa occasione sono stati presi in esame circa 2000 vini, bianchi e rossi, assegnando 668 Oscar regionali. Soltanto sei hanno meritato però l’Oscar nazionale e tra questi “I Tre vescovi” 2013.