Quantcast

Asti testimonial delle eccellenze gastronomiche, enologiche, storiche e contemporanee all’Expo

Giornata di orgoglio astigiano domenica scorsa all’EXPO: protagonisti la Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Asti, la Confartigianato, il Rione San Silvestro ed il Centro Studi Valentina Visconti.

Attori e rievocatori di San Silvestro e torneadori del CSVV sono stati scelti come testimonial al National Day della Repubblica Democratica Africana di Sao Tomè e Principe.
Giochi di bandiera, coreografie, combattimenti storici, dimostrazioni ed assaggi di specialità storiche medioevali prodotte da abili pasticceri, panettieri e salumieri artigiani della Confartigianato di Asti, di fronte a folto pubblico, alle telecamere RAI ed alle TV internazionali, hanno animato il Media Center, il decumano, l’area Italia e il Padiglione 10 presso il cluster del Cacao, riscuotendo ovunque applausi, consensi ed interesse per il territorio e le sue specialità, per il Palio e le sue antiche tradizioni.

Le due isole del Golfo di Guinea, paesaggio fantastico che fonde: mari e natura paradisiaca, innovazioni e fiorente economia tipica di molti paesi emergenti, e calore ed ospitalità africana, da tempo sono gemellate con il territorio sito nel cuore storico di Asti.

Sua Eccellenza Silvia Grosso, Console Italiana di Sao Tomè e Principe, infatti, cittadina del mondo, ma astigiana di origini, nel 2014 è stata scelta per rappresentare il personaggio guida del Rione, Valentina Visconti, ricevendo con i suoi borghigiani, ancora una volta, il Premio per la Miglior Partecipazione al Corteo Storico del Palio, indetto ogni anno dal Soroptimist Club di Asti.
Durante la giornata, in una fusione culturale tra sapori, colori ed eccellenze, lo Chef Medaglia di Bronzo ai Campionati mondiali di cucina, Gianpiero Vento del Cambiocavallo, ha sedotto i palati dei molti VIP presenti, con ricette aromatizzate col famoso cacao di Sao Tomè, in una sfida virtuale con i sapori speziati delle storiche Losanghe e Pignoccate medioevali dello Chef Luigino Pero di Rocchetta Tanaro e del Panetto dei Templari dello Chef Aldo Redigolo di Montemagno, tratte da ricerche di antiche ricette medioevali, proposte in anteprima al Corteo del Palio di Asti 2015 dagli Oro Argento.

I SanSilvestrini, come al solito abituati a sorprendere ed anticipare con originalità le tendenze, con la riproposizione del proprio tema storico, hanno emozionato il pubblico facendo cultura e promuovendo l’antica storia astese attraverso tutti i sensi: vista, udito, tatto, e, naturalmente in onore dell’Expo, anche con l’olfatto ed il palato.
Carabinieri in alta uniforme, folla e settanta bimbi della Scuola milanese “Puecher”, hanno invece fatto da cornice agli incontri dei Ministri e dei Diplomatici con gli Imprenditori impegnati nella crescita e nello sviluppo degli scambi economici tra le isole africane e l’Italia.  In questo ambito, Pier Franco Marrandino e Samantha Panza, a nome del Presidente Goria e in rappresentanza della Camera di Commercio Industria Agricoltura ed Artigianato di Asti e  Carla Gino e Susanna Baldissera in rappresentanza delle realtà economiche imprenditoriali piemontesi, hanno consegnato al Ministro Agostinho Fernandes, alla Commissaria Generale Expo Mirian Barroso Daio ed alla Console Silvia Grosso, la Douja, prestigioso premio, simbolo di ospitalità ed amicizia, che racchiude nella sua forma e nel suo nome, tutta la preziosa tradizione vinicola del territorio e dei vigneti astigiani, di recente nominati patrimonio dell’umanità e sito UNESCO.