Quantcast

In Prefettura riunione sulla sicurezza: collaborazione e ”apriamo gli occhi” per rendere Asti più sicura

Nella mattinata odierna, 16 luglio, nella Sede della Prefettura, si è svolta una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. 

 

All’incontro, presieduto dal Viceprefetto Reggente dott. Paolo Ponta, hanno partecipato il Questore dott. Filippo Claudio Di Francesco, il Comandante Provinciale dei Carabinieri ten. col. Fabio Federici, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza col. Michele Vendola, il Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato dott.ssa Chiara Arnaudo, il Sindaco di Asti avv. Fabrizio Brignolo – accompagnato dall’Assessore alla Sicurezza Mario Sorba e dal Comandante della Polizia Locale dott. Riccardo Saracco – e il Consigliere Fabio Carosso in rappresentanza dell’Amministrazione Provinciale.

Alla prima parte della riunione è inoltre intervenuto il Presidente provinciale della Federazione Italiana Tabaccai – FIT, Claudio Valpreda.

Il Comitato ha affrontato, in particolare, la materia della sicurezza delle tabaccherie. A tal proposito è stata confermata la più ampia disponibilità delle Forze di Polizia nei confronti della categoria, sia per quanto attiene ai servizi di prevenzione generale e controllo del territorio, sia per ogni approfondimento tecnico ritenuto utile in relazione all’attuazione, anche in provincia di Asti, del protocollo nazionale tra Ministero dell’Interno e FIT per l’interconnessione dei sistemi di allarme e di videosorveglianza delle rivendite di monopolio con le sale operative della Polizia di Stato e dei Carabinieri.

Il Comitato ha quindi esaminato la situazione generale dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio provinciale e nel capoluogo. Pur riconoscendo la forte percezione di insicurezza derivante anche dai recenti gravi episodi di omicidio avvenuti nella città di Asti, il consesso ha preso atto con soddisfazione della costante tendenza alla diminuzione dei reati in generale evidenziatasi, senza sostanziali scostamenti, dall’autunno 2013 al giugno 2015. 

Al fine di conseguire risultati sempre migliori nelle attività di prevenzione e controllo, è stata confermata l’esigenza di proseguire nell’attuazione della strategia già in essere che prevede, tra l’altro, l’impiego di reparti di rinforzo della Polizia di Stato e dell’Arma Carabinieri in servizi mirati e ripetuti sul territorio. È stata inoltre ribadita l’esigenza di continuare la massima collaborazione tra Forze di Polizia e Amministrazioni Locali, con particolare riguardo al Comune di Asti. 

Il Sindaco Brignolo ha assicurato la prosecuzione delle attività già concordate relative al miglioramento degli impianti di videosorveglianza cittadini e ha avvisato i componenti del Comitato circa l’intendimento del Comune di sperimentare un progetto innovativo denominato “apriamo gli occhi” per favorire la collaborazione dei cittadini con le Forze dell’Ordine e con la Polizia Locale al fine di rilevare e segnalare eventi anomali e comportamenti che facciano sospettare il pericolo di reati, favorendo così un più penetrante e capillare controllo del territorio.

Il Comitato ha infine esaminato la recente direttiva del Sig. Ministro dell’Interno relativa al contrasto del fenomeno della contraffazione e del commercio abusivo. Tutti gli intervenuti hanno assicurato il massimo impegno nello specifico settore secondo le rispettive competenze, evidenziando peraltro che in provincia di Asti il fenomeno non ha finora assunto dimensioni preoccupanti.