Quantcast

”Quale Futuro per la scuola degli adulti?’ ‘Venerdi 8 ad Asti allo Spazio Vinci

C.P.I.A. è la sigla che indica i CENTRI PROVINCIALI DI ISTRUZIONE DEGLI ADULTI, sono gli enti del M.I.U.R che da settembre 2014 si occupano di formazione, scolarità, integrazione, inclusione.

Più informazioni su

La storia dei C.P.I.A. quindi affonda le radici nella scolarizzazione del paese, nella scolarizzazione degli operai (le ex 150 ore) e si è misurata con i fenomeni migratori recenti e passati. Oggi i C.P.I.A sono centri in cui si realizza innovazione sul piano educativo, dove si lavora sul rientro scolastico in età adulta, dove si lavora con i migranti e si insegna italiano.

Sono anche i centri dove si cerca di dare una risposta all’analfabetismo di ritorno, attraverso i corsi di alfabetizzazione funzionale o dove si cercano di colmare le scarse competenze di molti adulti in merito all’uso delle tecnologie o nella conoscenza e uso delle lingue straniere. 
I dati OCSE situano il livello di anallfabetismo di ritorno nel nostro paese, tra i livelli più allarmanti, per questo motivo è urgente e socialmente importante analizzare, riflettere e rielaborare proposte per la scuola degli adulti in Italia.

Per questo motivo oltre a un lavoro sul territorio notevole, eredità anche della modalità di lavoro itinerante del C.T.P di Canelli, il C.P.I.A di ASTI ha introdotto esperienze significative di aggregazione: dal Coro del CPIA diretto da una esperta del settore musicale (Prof. ssa Montanaro), allo sport e sta mettendo le basi per una programmazione dei prossimi anni, in cui la scuola venga vista come comunità aggregante, laboratorio e snodo di una rete sul territorio.

I C.P.I.A. hanno saputo in una storia trentennale andare a lavorare nei settori di frontiera, sperimentando didattica e cercando anche di influenzare le politiche scolastiche del nostro paese.
I C.P.I.A lavorano sul territorio, in situazioni particolari dal punto di vista sociale, dai quartieri periferici, ai paesini più lontani in ambito provinciale, alle carceri. A settembre si sono uniti sotto il nome C.P.I.A ASTI, i due C.T.P. di ASTI e CANELLI, andando a costituire un unico C.P.I.A. provinciale.

L’anno scolastico 2014 /15 ha visto inoltre l’insediamento nella nuova sede di Piazza Leonardo da Vinci, un vero polo dell’integrazione e dell’istruzione degli adulti. Inoltre in quest’anno scolastico si va a delineare l’offerta formativa dei prossimi anni. In particolare su tema del rientro scolastico nella scuola superiore, essendo i progetti Polis in fase terminale, l’incontro sarà occasione di discussione tra C.P.I.A. e Istituti della Scuola Secondaria di Secondo Grado.

Il C.P.I.A. di Asti invita a un’iniziativa importante di dibattito, riflessione e proposta per il futuro della scuola di istruzioni per adulti nella nostra Provincia e in ambito nazionale. Il C.P.I.A. di Asti ha ereditato la preziosa esperienza delle reti territoriali dei CTP di Asti e Canelli, il convegno sarà quindi la giusta opportunità per elaborare e riflettere su come rendere ancora migliore l’offerta formativa della scuola per adulti.

Da poco tempo il C.P.I.A. di Asti si è trasferito in una nuova sede, e sarà quindi l’occasione anche per conoscere la nuova struttura assegnata al C.P.I.A. di Asti. Per fare questo saranno presenti i docenti del C.P.I.A. di Asti, la RETE CTP del Piemonte e il preside di Casale -Alessandria, anche per confrontarci su uno scenario regionale e su un territorio interprovinciale come quello del Provveditorato agli studi di ASTI e ALESSANDRIA.

Più informazioni su