Quantcast

Gianni Bertolino è il nuovo presidente dei Produttori del Nizza

L’Associazione Produttori del Nizza ha un nuovo presidente: è Gianni Bertolino, 42 anni, produttore dell’azienda vinicola Tenuta Olim Bauda di Incisa Scapaccino insieme al fratello Dino e alla sorella Diana.

Più informazioni su

E’ stato eletto dal nuovo cda. Succede a Gianluca Morino che, per 9 anni, ha guidato l’associazione che oggi conta 39 aziende vitivinicole associate. Morino resta nel Consiglio di amministrazione con altri produttori: il vice presidente Daniele Chiappone, Lorenzo Perego, Elio Pescarmona, Stefano Chiarlo e Roberto Morosinotto. Di diritto siedono nel cda il presidente del Consorzio della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato Filippo Mobrici e il presidente dell’Enoteca regionale di Nizza Monferrato Mauro Damerio in rappresentanza del Comune.

Nata il 19 novembre 2002, l’Associazione Produttori del Nizza si propone di affermare un prodotto di assoluta eccellenza a base Barbera con un nome breve, facile da ricordare, che rappresenta esplicitamente il territorio di produzione. Oggi si producono tra le 200 e le 300 mila bottiglie in 44 aziende vitivinicole, ma l’ambizione è di crescere.

“E’ stato fatto un grande lavoro in questi anni per promuovere il Nizza – dice il neo presidente Bertolino – la mia presidenza andrà nella stessa direzione per far conoscere sempre di più il vino sul mercato aumentandone la produzione. L’obiettivo mio e di tutto il cda è di puntare ad aumentare notevolmente la quantità di bottiglie prodotte e l’ambizioso traguardo di tutti sarebbe arrivare in un futuro prossimo alla soglia del milione di bottiglie per avere una giusta visibilità sul mercato. Il potenziale c’è, gli strumenti anche: ora ci vuole la volontà di tutti i produttori. Con il nuovo disciplinare della docg Nizza, che entrerà in vigore già dalla vendemmia 2014 –  le prime bottiglie potrebbero essere messe in commercio nel 2016 – vogliamo coinvolgere nella scommessa nuove aziende”.

Tra le principali novità introdotte nel disciplinare, il nuovo Nizza sarà 100% Barbera. Non è consentito l’arricchimento del grado alcolico. Nelle annate difficili non si produrrà Nizza. Inoltre nasce un Nizza ‘riserva’ che deve essere affinato in cantina almeno 30 mesi (minimo 12 mesi in botti di legno).

Il prossimo impegno per l’Associazione sarà l’8, 9 e 10 maggio con Orizzonte Nizza, l’annuale appuntamento con la stampa internazionale inserito nell’ambito di Nizza è Barbera, tre giorni di festa con degustazioni, incontri e cibo di strada.

“Avremo sul territorio giornalisti giapponesi e americani – anticipa Bertolino – per tre giorni ospiti delle Distillerie Berta di Mombaruzzo parleremo e faremo assaggiare solo Nizza. Orizzonte Nizza è un’iniziativa collaudata che funziona bene. Nei prossimi anni stringeremo sinergie importanti con il Consorzio della Barbera d’Asti e dei Vini del Monferrato per avere la forza di fare più attività e promozione all’estero.

 

Più informazioni su