Quantcast

Asti: all’ordine del giorno del Consiglio Comunale la nuova zonizzazione acustica

E’ all’ordine del giorno del consiglio comunale che si svolgerà domani la revisione della zonizzazione acustica del territorio della Città di Asti: la pratica, che sarà presentata dal vicesindaco e assessore all’urbanistica Davide Arri, ha natura prevalentemente tecnica, poiché recepisce le modifiche attuate negli ultimi anni sul piano regolatore.

Non manca però un effetto concreto molto importante: la nuova zonizzazione acustica inter

viene infatti anche sull’area di Portacomaro Stazione in cui sono in corso i lavori per la ristrutturazione e l’ampliamento dello stabilimento che ospiterà il raddoppio della Fondalpress, la fabbrica metalmeccanica già presente pochi chilometri oltre, nel comune di Castell’Alfero, in Regione Noveiva.

L’annuncio del raddoppio della fabbrica e dell’acquisizione dello stabilimento che anni addietro era stato utilizzato dalla «Adb-Isoflux» a Portacomaro Stazione era stato dato dalla stessa Fondalpress nel giugno dello scorso anno, in occasione del quarantesimo anniversario della fondazione, a opera di Alessandro Doglione, dell’azienda, specializzata nella produzione di medie e grandi serie di getti in leghe di alluminio, destinate prevalentemente ai settori auto, motocicli, veicoli industriali a cui si sono aggiunti tessile, elettromeccanico e idraulico.

Il secondo importante aspetto della nuova zonizzazione acustica è la semplificazione delle procedure per ottenere la deroga ai limiti di emissione acustica per chi (pro loco, comitati palio, etc.) vuole organizzare feste popolari o manifestazioni musicali “una tantum”.

“La pratica si inserisce nel filone di semplificazione burocratica intrapreso dal Comune che ha avuto il suo momento più importante con la Variante 31 al piano regolatore, ma anche con le disposizioni, recentemente approvate in giunta, che allargano le maglie per bar e ristoranti che vogliono organizzare in estate serate musicali, che in passato erano consentite solo nel fine settimana e ora vengono ammesse anche dal martedì alla domenica” commentano il sindaco Brignolo e il vicesindaco Arri.