Quantcast

Il ”Giro del Nizza” passa anche dalla cantina Chiarlo

Domenica 19 aprile, presso la cantina di Michele Chiarlo, a Calamandrana, saranno tanti i protagonisti eccellenti del vino, della gastronomia e dell’arte, coinvolti nell’iniziativa che aprirà le porte dell’azienda ai partecipanti al “Giro del Nizza”, primo appuntamento dell’iniziativa Cantine a Nord-Ovest promossa da Slow Food Piemonte e Valle D’Aosta.

L’amore per la propria terra, l’esperienza quotidiana di produttore che cura la vigna, i capisaldi della propria filosofia del “fare vino”, la valorizzazione del territorio. Sono questi, e altri ancora, i temi al centro dell’iniziativa “Cantine a Nord-Ovest 2015”, promossa da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta proprio per diffondere e promuovere la cultura del vino piemontese e le sue tante, diversificate, facce.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con la condotta Slow Food Colline Astigiane ‘Tullio Mussa’, l’associazione dei Produttori del Nizza, l’Enoteca Regionale e il Comune di Nizza Monferrato, non poteva non coinvolgere la Michele Chiarlo che, presso la sua sede di Calamandrana (in Strada Nizza Canelli, 99), aprirà le porte ai visitatori offrendo loro un programma davvero eccezionale.

Seguendo la sua abituale filosofia, la Michele Chiarlo non punterà solo sulla qualità dei suoi vini proposti in degustazione, ma unirà a essi alcune eccellenze gastronomiche del territorio e coinvolgerà anche alcuni artisti che, con le loro performance dal vivo, metteranno concretamente in atto quel connubio tra arte e vino che da anni è alla base dell’operato della storica azienda.

Per quanto riguarda i prodotti in degustazione, nella cantina di Calamandrana ci sarà la possibilità di assaggiare i formaggi di Giandomenico Negro, insuperato affinatore dell’Arbiora di Bubbio; i salumi e le carni crude della macelleria Vittorio di Nizza; i classici amaretti di Mombaruzzo. Il tutto bagnato dall’eccellenza di alcuni dei vini più preziosi della Michele Chiarlo: la Barbera “Palas” 2013, la Barbera d’Asti Superiore “Cipressi de La Court” 2012 e la Barbera d’Asti Superiore Nizza “La Court” 2011.

Il vino non sarà solamente protagonista della degustazione, ma, in prima persona, verrà direttamente coinvolto anche nel discorso legato all’arte. In collaborazione con Anna Virando, direttore artistico del Museo d’Arte Moderna di Mombercelli – MUSARMO- si svolgerà, infatti, un “Percorso d’arte” tra le barrique, che porterà fisicamente l’unicità dell’ispirazione artistica nelle storiche cantine Chiarlo di Calamandrana.

I protagonisti di questa giornata artistica saranno Sonia Perlinger, ceramista Raku che proporrà dal vero “Sculture della terra”, e Michele Acquani che dipingerà, nel corso della manifestazione, alcuni acquerelli con soggetti inerenti al vino e al paesaggio.