ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Il Centro Provinciale Istruzione Adulti di Asti al Concorso letterario nazionale Lingua Madre

Alla premiazione della XI edizione del Concorso letterario nazionale Lingua Madre di lunedì 16 maggio al Salone Internazionale del Libro di Torino hanno partecipato come protagoniste anche le allieve del Centro Provinciale Istruzione Adulti (CPIA) di Asti.

Alla cerimonia, presentata da Daniela Finocchi, ideatrice del concorso, erano presenti Antonella Parigi assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte, Cinzia Pecchio presidente della Consulta Femminile Regionale del Piemonte, Daniela Ruffino vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte con delega alla Consulta Femminile, Giovanna Milella presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Ernesto Ferrero direttore editoriale del Salone Internazionale del Libro, le rappresentanze diplomatiche dei Paesi d’origine e i sindaci delle città di residenza delle vincitrici. Gli incipit dei racconti selezionati per il concorso sono stati letti dall’attrice Francesca Carnevali.

“Ogni anno le allieve della sede di Canelli del CPIA prendono parte al Concorso Nazionale Lingua Madre – spiega con malcelato orgoglio l’insegnante di italiano Francesca Tabusso che da tre anni stimola le sue classi alla partecipazione -. E’ un’occasione di riflessione e anche un buon esercizio di scrittura, un compito autentico, più motivante”.

Nel 2014 Mariela Soncco (Perù) e nel 2015 Lorena Reci (Albania) hanno visto la pubblicazione dei loro racconti nella raccolta antologica ufficiale del concorso, presentata lo scorso novembre al Circolo dei Lettori di Torino. Quest’anno sono tre le studentesse coinvolte i cui racconti saranno pubblicati nel volume “Lingua Madre Duemilasedici – Racconti di donne straniere in Italia” (Edizioni Seb27): Aicha Reguig (Marocco) con “La nostalgia della dolce madre”, Dounya Mahboub (Marocco) con “Changes” (Premio Speciale Rotary Club Torino Mole Antonelliana) e Lorena Reci con “Speranza” (Premio Speciale Torino Film Festival).