ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Alba,  giornalisti e scrittori scientifici al convegno “Invecchiamento di successo 2017 – “La scienza della longevità”

Più informazioni su

“Un buon invecchiamento è legato anche ad una buona comunità, un luogo con buone relazioni”.

Ad affermarlo è stato il sindaco di Alba Maurizio Marello; a confermarlo il giornalista e scrittore scientifico Piero Bianucci citando i dati emersi durante il convegno “Invecchiamento di successo” nella sessione dedicata a “La scienza della longevità” organizzato dalla Fondazione “Piera Pietro e Giovanni Ferrero” in collaborazione con l’Accademia di Medicina di Torino e l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, nell’auditorium della Fondazione sabato 11 novembre.

Intervenendo in apertura, il primo cittadino ha affermato: “Su questo territorio noi viviamo in una realtà cittadina dove per dimensioni e per fattori sociali e culturali c’è ancora un forte concetto di comunità e questo giova alla qualità della vita. I langhetti non stanno mai fermi, sono vivaci. Anche da anziani spendono il proprio tempo per la famiglia, per i nipoti ma anche per la comunità dove dedicano del tempo agli altri. C’è una vitalità straordinaria nelle nostre zone che sicuramente può contribuire da un lato a creare un invecchiamento di successo e dall’altro ad una comunità in cui è bello vivere”.

“L’ambiente, le relazioni, il cibo e tanti altri fattori accendono o spengono gruppi di geni in modi diversi, in tempi diversi nell’arco della nostra vita – ha confermato Piero Bianucci citando l’epidemiologo e studioso di epigenetica Paolo Vinies dell’Imperial College di Londra intervenuto al convegno giovedì – La vita si allunga dove c’è un ambiente favorevole. Secondo Tito Boeri dell’Inps, negli ultimi 4 anni in Italia l’aspettativa di vita si è allungata di 150 giorni”.

E nel 2050 nel mondo ci saranno 150 mila ultra centenari

È quanto ha asserito sul palco Piero Angela, giornalista e scrittore scientifico, intervenendo sul palco accanto a Marcello Cesa-Bianchi fondatore dell’Istituto di Psicologia della Facoltà Medica dell’Università di Milano, Giancarlo Isaia professore ordinario di Geriatria all’Università di Torino, Maria Rita Parsi presidente Fondazione Fabbrica della Pace Movimento Bambino Onlus, Marcel Rufo professore emerito di Psichiatria all’Università di Marsiglia.

 

Più informazioni su