ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Visite agli impianti, laboratori nelle classi, concorso RiciQuark ed eventi sul territorio: le proposte di GAIA per le scuole astigiane

Più informazioni su

E’ stata la scuola Jona di Asti ad inaugurare la stagione delle visite agli impianti di GAIA.

GAIA tutti gli anni offre iniziative di coinvolgimento alle nuove generazioni da includere nei percorsi di educazione ambientale: dalle visite agli impianti ai concorsi come RiciQuark, dagli eventi nazionali tipo Riciclo Aperto con Comieco (tradizionalmente ad aprile), ai laboratori nelle scuole, dalle giornate di formazione per insegnanti agli eventi nei Comuni dove i ragazzi diventano protagonisti della sensibilizzazione ai cittadini al fine di renderli attenti al futuro in cui vivranno.

In questi giorni GAIA ha riaperto i suoi impianti alle visite delle scuole astigiane per l’anno scolastico 2017-18. I primi a varcare i cancelli del Polo Trattamento Rifiuti di Valterza sono stati gli allievi dell’Istituto secondario di primo grado Jona di Asti. Da mercoledì a oggi sono stati in 75 a visitare gli impianti di Valorizzazione delle raccolte differenziate e quello di Trattamento Meccanico Biologico (TMB) degli indifferenziati. Il programma coinvolgerà tutte le classi terze della media Jona che proseguiranno con altre visite questa settimana (mercoledì, giovedì e venerdì) e martedì 17 ottobre: in tutto circa 170 alunni.

I gruppi di studenti sono accompagnati dal servizio di educazione ambientale del Consorzio Coala che con GAIA si occupa delle visite agli impianti di trattamento rifiuti. La scuola media Jona segue da alcuni anni un percorso di educazione ambientale attento alla raccolta differenziata dei rifiuti: in ogni classe sono previsti cestini per plastica, carta, organico, con un responsabile tra i ragazzi preposto a controllare che i rifiuti vengano depositati correttamente e attento a spiegare le regole ai nuovi arrivati.

“I ragazzi – dicono gli insegnanti – sono coinvolti, intenti a seguire questa iniziativa con passione: venire a visitare GAIA li colpisce perché toccano con mano come ciò che loro considerano rifiuto possa venire realmente recuperato per un nuovo utilizzo”.

Intanto GAIA consolida il suo legame con il mondo della scuola proponendo per il terzo anno consecutivo il concorso RiciQuark, rivolto alle classi 4 e 5 della scuola primaria (Gruppo Junior) e quelle secondarie di secondo grado (Gruppo Senior). Le iscrizioni devono essere fatte pervenire entro il 30 novembre 2017, la consegna dei lavori entro il 13 marzo 2018. Il Concorso è organizzato in collaborazione con gli Assessorati all’Ambiente e all’Istruzione del Comune di Asti e ASP. I temi proposti per la terza edizione, si concentrano sui modi di concepire e realizzare gli imballaggi al fine di minimizzare il problema dei rifiuti (dimmi che imballaggio hai e ti dirò chi sei), con l’idea di “rifiuti zero”: dalla prevenzione della produzione dei rifiuti ai metodi più efficienti per recuperare i materiali in essi presenti.

Contatti e maggiori informazioni Ufficio Comunicazione di GAIA – info@gaia.at.it oppure Segreteria Assessorato Istruzione della Città di Asti, p.pozzebon@comune.asti.it – tel. 0141.399.530 oppure consultare il sito www.gaia.at.it nella sezione “Attività con le scuole”.

Più informazioni su