ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Palio al bivio: si correrà il 2 settembre 2018?

Il sindaco Maurizio Rasero non ha perso tempo, e subito dopo il suo intervento fiume al Consiglio del Palio, ha incominciato già a progettare quello che sarà il Palio del futuro.

Messa in archivio la nomina del mossiere (per il 2018 sarà Renato Bircolotti, presenza storica della Festa astigiana), il cambiamento che probabilmente interesserà la corsa sarà lo spostamento di data.
Manca solo la ratifica ufficiale del Consiglio del Palio, ma con estrema probabilità il Palio di Asti 2018 si correrà domenica 2 settembre. Una scelta condivisa dalla stragrande maggioranza dei rettori, che hanno condiviso così la linea del sindaco: giornate più lunghe e più calde, ragazzi ancora a casa da scuola e un palinsesto televisivo non ancora affollato da impegni calcistici.

La collocazione alla prima domenica di settembre permetterebbe di salvaguardare anche il settembre astigiano, andando a precedere, e non più a chiudere, Douja e Sagre.

Altra novità, ma su questo il mondo del Palio è ancora in fase di definizione, è lo spostamento del Paliotto a Maggio, in occasione delle festività patronali. Un modo per staccare gli impegni di sbandieratori e musici da quelli più tradizionalmente paliofili, e magari dare più spazio alle nuove leve che crescono all’interno dei comitati.

Rimarranno anche per il 2018 i mezzosangue, anche se in questo frangente il sindaco ha promesso battaglia al Ministero per tornare quanto prima con i classici puri.