ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Storie di “donne del vino” nel nuovo libro di Cinzia Benzi

Quattordici “donne del vino” raccontano la loro vita privata e professionale, sullo sfondo, molti dei migliori vini italiani e francesi. Questo è “Vino: femminile, plurale”, l’ultima fatica di Cinzia Benzi, scrittrice originaria di Canelli.

Il mondo del vino nell’ultimo decennio si è evoluto a una velocità vertiginosa, conquistando mercati sconosciuti grazie a una forte spinta creativa e a una nuova visione che hanno fatto saltare tanti luoghi comuni. A guidare questo nuovo Rinascimento del vino, tante donne che, dopo anni di lavoro e impegno, sono riuscite a farsi largo in un mondo presidiato da uomini, affermandosi sul panorama nazionale e internazionale.

Dagli inizi non sempre semplici fino ai riconoscimenti mondiali, Cinzia Benzi narra con empatia, acume, delicatezza e ironia i percorsi di vita di queste donne tenaci e coraggiose: enologhe, responsabili commerciali e della comunicazione o proprietarie factotum delle loro aziende, sono loro che portano nuovi valori e nuovi stili in uno dei settori più interessanti del life style italiano.
Le idee, i progetti, gli aneddoti si susseguono dipingendo un quadro vivace: dalla Francia al Piemonte alla Sicilia scopriamo l’universo di queste donne che lavorano con passione fra vitigni, cantine prestigiose, laboratori, incarnando il nuovo linguaggio del vino.

Le donne del vino sono: Sandrine Garbay, Julie Gonet-Médeville, Anna e Valentina Abbona, Raffaella Bologna, Cristina Ziliani, Camilla Lunelli, Marilisa e Silvia Allegrini, Ginevra Venerosi Pesciolini, Cecilia Leoneschi, Susy e Caterina Ceraudo, Silvia Maestrelli.

L’autrice, Cinzia Benzi, è nata a Canelli e vive tra Milano, Cesenatico e la Francia. Dopo gli studi di Psicologia fu rapita dalla galassia enogastronomica; se lo studio del vino è la sua vita , la vocazione di buongustaia è una scoperta più recente, giunta in seguito all’incontro con il noto giornalista Paolo Marchi, ideatore e curatore del congresso Identità golose, con il quale lavora ormai da tempo.
Autrice del libro “Moreno Cedroni” – Giunti editore (2011) , coautrice di “Sushi più che mai” Giunti Editore (2014) e del volume “Sauternes” Gribaudo Editore (2011).

Benzi devolverà i proventi della vendita di  “Vino: femminile, plurale” alla onlus ”Food for Soul”, l’organizzazione no profit fondata dal celebre chef Massimo Bottura che mira ad accrescere la consapevolezza sociale su temi come lo spreco alimentare e la fame attraverso la realizzazione e la promozione di iniziative in collaborazione con chef, artigiani, artisti, designer ed enti.

Il libro edito da “I contorni di Piattoforte” è in vendita a 12 euro ed è acquistabile QUI.