ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Maurizio Rasero: “Ho dato le dimissioni dalla Banca di Asti”

Più informazioni su

Maurizio Rasero ha rassegnato le dimissioni da consigliere e vice presidente della Banca di Asti.

A comunicarlo è stato lo stesso Rasero in una conferenza stampa tenutasi in Comune pochi minuti fa. Le dimissioni decorrono da ieri, giovedì 28 settembre.

Come precisato nella lettera di dimissioni “irrevocabili e con decorrenza immediata” inviata al presidente dell’Istituto di Credito la decisione era già stata presa a fine luglio, quando aveva avvisato i vertici della Banca e si era concordato che il periodo per ufficializzare la decisione era fine settembre.

Rasero ha precisato che era un percorso immaginato sin dal momento della sua candidatura a sindaco, consapevole che in caso di elezione avrebbe voluto dedicarsi a tempo pieno al suo nuovo ruolo, sottolineando, come anche scritto nella lettera di dimissioni, “la legittimità della sua posizione e la indipendenza di giudizio” e che la sua decisione non ha nulla a che fare con la diffida del Movimento 5 Stelle: “appena confermata la mia vittoria nel ballottaggio dal tribunale mi avevano dato sette giorni di tempo per dimettermi“, ha ricordato il sindaco ribadendo che “non mi faccio dettare l’agenda da nessuno, è solo una questione di disponibilità di tempo,  e adesso io voglio fare il sindaco a tempo pieno.”

Rasero ha proseguito – Sin dal giorno della mia elezione ho dichiarato che non avrei mai percepito un doppio stipendio, ed infatti uno dei miei primi atti ufficiali dopo la nomina di sindaco è stato quello di comunicare la rinuncia allo stipendio per i mesi in cui avrei ricoperto il doppio incarico.”

Rinuncia che ha consentito al Comune di Asti di risparmiare la cifra di 10.635 euro, che il sindaco intende destinare ad iniziative sociali per aiutare i cittadini in difficoltà economiche.

Più informazioni su