ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Lettere al direttore

Il direttivo della Proloco di Mombercelli: “Ci teniamo a chiarire la realtà dei fatti”

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo la lettera a firma del direttivo della Proloco di Mombercelli.

“In seguito alla pubblicazione sul Social Facebook sulla community “Momber C’è – news” del 2 agosto 2017, del documento riferito alle risultanze del Consiglio Comunale del 29 luglio 2017 a cura dell’Amministrazione Comunale e all’allegata lettera del Sindaco  (clicca qui per leggerla), in merito al rapporto Comune – Pro Loco, il Direttivo della Pro Loco, terminati i Festeggiamenti Patronali, tiene a chiarire e a puntualizzare l’attuale realtà dei fatti.

Nell’ambito delle due riunioni (una tra Sindaco con parte del Consiglio ed il nostro Presidente, l’altra tra tutti i membri del Consiglio e la maggior parte del Direttivo della Pro Loco) si era auspicata una definitiva interruzione di tutte le affermazioni false ed offensive dove la Pro Loco è stata, suo malgrado, coinvolta negli ultimi 4/5 mesi, ma oggi, con rammarico, si deve prendere atto del mancato rispetto delle intese e che con la pubblicazione di simili articoli si alimentano illazioni e divisioni tra la gente del Paese.
L’iniziativa da parte dell’Amministrazione Comunale di informare sulle varie iniziative risulta apprezzabile ed il confronto dialettico fra le varie realtà del paese, in merito a pensieri, idee e decisioni è sicuramente utile, positivo e costruttivo solo se si usano toni pacati, rispettosi e modalità non offensive e denigratorie.

Nonostante da Statuto la Pro Loco possa prendere autonomamente le proprie decisioni, abbiamo comunque messo al corrente l’Amministrazione su quelli che erano gli impegni già stabiliti (il Raduno Automotogastronomico di Luglio ed i Festeggiamenti Patronali di Agosto) e quelli ancora da definire (Festival delle Sagre, Festa di Leva).

Per quanto riguarda la partecipazione al Festival delle Sagre di Settembre è da sottolineare che l’impegno è considerevole in quanto vede il coinvolgimento, durante tutto il periodo estivo, di circa 150 persone. Molti di questi volontari sono studenti che lavorano per l’abbellimento ed il miglioramento sia dei carri per la sfilata che della casetta “delle friciule” quasi tutte le serate di luglio. Alcuni dei lavoratori storici prendono ferie nei giorni precedenti e successivi alla manifestazione per garantire la loro presenza ed il loro pieno contributo per la buona riuscita della partecipazione alla manifestazione. Sicuramente con gli innumerevoli impegni sia dei giovani con lo studio che dei meno giovani con il lavoro, diventa sempre più difficile partecipare a questo evento, ma con l’affiatamento dei componenti della Pro Loco si sono sempre affrontate e superate tutte le difficoltà, che hanno portato a ripetuti successi riconosciuti anche fuori Provincia e fuori Regione.

Le maggiori difficoltà di quest’anno riconducibili principalmente alla mancanza di buona parte dei volontari considerati “pilastri” hanno portato alla valutazione di non partecipare all’edizione 2017. L’eventuale aiuto che l’Amministrazione aveva promesso di fornirci non sarebbe comunque bastato a coprire la mancanza di gente con anni di esperienza. Quest’anno purtroppo non c’erano le condizioni per andare e fare bella figura come sempre, visto che anche noi teniamo all’immagine del nostro paese. In aggiunta a questo, nel primo incontro tra Sindaco e Presidente della Pro Loco, è stato di fatto sminuito il lavoro dei volontari ed è addirittura emersa la convinzione che l’organizzazione delle Sagre si limita ad “impastare un po’ di farina e tagliare qualche fetta di lardo”, scoraggiando così molti componenti dell’Associazione, che non si sono più sentiti motivati a superare i consueti problemi organizzativi. Puntualizziamo comunque che il Presidente della Pro Loco, pur non essendone obbligato, prima di avvisare la Camera di Commercio, aveva già informato il Sindaco, della volontà di non partecipare almeno per quest’anno.

Per quanto riguarda la festa di Leva dei diciottenni, nei primi mesi dell’anno si è svolto un primo incontro durante il quale si era ipotizzata una collaborazione, che non si è poi concretizzata in quanto con alcuni rappresentanti della leva si sono verificati dei malintesi.

La Pro Loco di Mombercelli è ben consapevole di esistere “per il paese” e con la stessa dirigenza da ben 19 anni lo ha ampiamente dimostrato organizzando non solo eventi e manifestazioni, ma svolgendo azioni concrete di sostegno alle scuole, alla difesa del territorio, alle attività promosse per i ragazzi ed alle associazioni del territorio (tanto più che per ogni associazione c’è un membro rappresentante all’interno del direttivo). Detto ciò, è evidente che “esistere per il Paese” è una consapevolezza che non è svanita.

Evidenziamo le maggiori manifestazioni a cui ha preso parte o ha organizzato l’attuale Pro Loco:
Tombola di S.Biagio
Pranzo agli Alpini
Pranzo alla Croce Verde
Pranzo all’Avis
Serate a tema per raccolta fondi
Festa Asparago Saraceno a Vinchio
Gir@idee con le scuole
Cantine Aperte
Raduno Automotogastronomico
Festa del volontariato alla Piana con Apericena Commercianti e Produttori
Notte Gialla a Santo Stefano Belbo
Festa Patronale di fine Agosto
Festival delle Sagre
Passaggio raduno Ferrari a Settembre
Fiera del Tartufo di Ottobre
Fiera del Tartufo ad Asti
Castagnata e Festa di Natale alla Scuola materna
Mercatini di Natale
Vin Brulè nella Notte del Santo Natale
Tombola di Santo Stefano
Organizzazione dei rinfreschi alle 4 inaugurazioni annuali del Musarmo
Cene per il gruppo dei ragazzi dell’oratorio

A Natale abbiamo sempre dato un contributo economico a tutte e tre le Scuole. Inoltre negli ultimi 2 anni insieme alla precedente Amministrazione Torchiano abbiamo fatto da supporto alle serate (Apericene) coinvolgendo commercianti e produttori del paese che hanno manifestato e tuttora manifestano la loro riconoscenza.
La programmazione e la realizzazione di tutti questi eventi comportano un impegno effettivo di oltre 100 giorni all’anno.

Pensiamo pertanto, senza peccare di modestia, di essere una delle Pro Loco più attive della Provincia di Asti che ha sempre ben accolto i nuovi volontari; mai come negli ultimi anni vi è stato l’apporto di numerosi giovani che sono stati coinvolti non solo come “manovalanza” ma come portatori di nuove proposte ed idee innovative.

Auspichiamo pertanto che finiscano le ingiustificate e provocatorie polemiche. Siamo certi che si può e si deve ragionare per cercare di arrivare ad un punto d’incontro.

Evidenziamo inoltre che la Pro Loco è regolarmente in carica ed operativa come avete potuto constatare dalla buona riuscita dei Festeggiamenti Patronali che si sono svolti dal 24 al 27 agosto.”

 

Il Direttivo della Pro Loco

Più informazioni su