ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Palio, primo Consiglio per il neo sindaco: certo uno spostamento di data

L’Amministrazione comunale, che si è presentata ufficialmente ieri al primo Consiglio del Palio, non intende perdere tempo e ho già preso saldamente in mano le redini della più importante manifestazione astigiana.

Un iter sicuramente prevedibile, dato che il pedigree paliofilo del nuovo sindaco Maurizio Rasero è di assoluto rispetto e lo stesso primo cittadino ha ribadito come il Palio stia sicuramente a cuore alla nuova Amministrazione.
“Molti mi conoscono come rettore – ha esordito Rasero – ovviamente nella veste di sindaco cercherò di fare del mio meglio per rendere grande questa Festa. Sono nato col Palio, sono cresciuto col Palio e farò parte di me finché vivrò. Per questo motivo voglio una festa importante, che possa suscitare l’interesse di tutti gli astigiani e di coloro che arrivano dall’esterno. Ho già pensato un cambiamento di data: sicuramente non si correrà più la terza domenica di settembre dal prossimo anno o al massimo dal 2019. Inoltre bisognerà sicuramente ricercare una formula che potrà garantire al Palio visibilità e finanziamenti, deve essere un’assicurazione “sulla vita” per il futuro del Palio”.

In sostanza le ipotesi sul piatto sono due: o uno spostamento alla prima domenica di settembre, con giornate più ore di luce a disposizione, un clima più estivo e i ragazzi ancora a casa da scuola, oppure la collocazione della storica corsa in una data prettamente estiva. Da parte del sindaco un invito al Collegio dei Rettori per discutere e dibattere della questione.

Rasero ha ancora chiesto un paio di giorni, visto il suo recente insediamento, per sciogliere la riserva sul mossiere, di nomina comunale. Il Presidente della Commissione Veterinaria, Fulvio Brusa, ha invece spiegato le nuove linee guida sul cavallo da palio. In sostanza i soggetti che saranno in pista la terza domenica di settembre devono provenire da un circuito certificato e controllato dagli stessi veterinari che garantiranno come i cavalli abbiano i requisiti necessari per una corsa a pelo.

Questi requisiti saranno valutati durante tutto l’anno con delle corse di addestramento. La prima si terrà sabato prossimo, 22 luglio, allo stadio Censin Bosia di Asti.