ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Le unicità del Monferrato affascinano la stampa internazionale

Si è concluso nella giornata di ieri, giovedì 13 luglio, l’incoming nel Monferrato dedicato a diciassette giornalisti della stampa internazionale tenuto dal Consorzio della Barbera d’Asti e vini del Monferrato, in collaborazione con il Progetto Vino di Collisioni.

Nel tour tra le colline del Monferrato, che ha previsto tappe a Costigliole d’Asti, nei territori della denominazione Nizza Docg e a Castagnole Monferrato, i giornalisti hanno partecipato a visite in cantina e tra i vigneti, degustazioni con i produttori e seminari a cura di Ian d’Agata e Michele Longo, attraverso i quali sono stati approfonditi i temi della zonazione, delle peculiarità dei suoli e dei vitigni.

Grande attenzione è stata dedicata alle tre denominazioni di origine controllata e garantita Barbera d’Asti, Nizza e Ruchè di Castagnole Monferrato. Inoltre vari momenti di approfondimento hanno portato alla luce il grande interesse della stampa internazionale per i numerosi vitigni autoctoni tutelati dal Consorzio quali Grignolino, Freisa, Malvasia, Dolcetto e Albarossa. Durante l’incoming, infatti, gli esperti hanno avuto l’occasione di incontrare quello che hanno definito il “Piemonte da scoprire”, un Piemonte che ha la potenzialità di affascinare anche attraverso denominazioni meno note, ma con un grande appeal per i mercati esteri.

“Questo incoming ha messo in luce ancora una volta le potenzialità e la ricchezza del territorio vinicolo del Monferrato.”- Dichiara Filippo Mobrici, Presidente del Consorzio della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato -“Constatare l’entusiasmo e la curiosità di alcuni dei più importanti giornalisti enogastronomici non solo per le nostre denominazioni più note ma anche per quelle che sono ancora da scoprire a livello mediatico ci riempie di orgoglio e ci fa capire che anche le denominazioni meno conosciute devono trovare sempre maggior spazio nei momenti di divulgazione e promozione del nostro territorio, cosa che ci impegneremo sicuramente a fare nei prossimi mesi con le attività del Consorzio”.