ATNews - Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero -  Quotidiano online di Asti, Monferrato, Langhe e Roero

Beppe Passarino “Comincia un altro tipo di impegno”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Beppe Passarino arrivato in redazione.

Carissimi/e,l’avventura/impegno alla candidatura per la carica di Sindaco della nostra città si è conclusa.

Permettetemi ancora una volta, di entrare nella vostra casella di posta, innanzitutto per ringraziare coloro che hanno scelto di barrare il mio nome, segno che credevano in una forza diversa, o che non avevano parenti amici da sostenere. Il risultato è stato lusinghiero, (abbiamo ottenuto 2 posti in Consiglio) ma ovviamente a mio modo, sono amareggiato, per non essere riuscito a far si che questa città potesse sperimentare una nuova esperienza in cui, lasciatemi ancora una volta esprimere questo concetto: “L’Amministrazione è al servizio del territorio e dei cittadini con cui interloquisce costantemente per raggiungere maggiori livelli di benessere.

Il Comune orienta la propria attività al soddisfacimento dei bisogni ed esigenze della collettività e dei cittadini; a questo scopo, la condotta del Comune e di chi agisce per suo conto, è ispirata a criteri di attenzione alle esigenze del cittadino e di disponibilità e cortesia verso quest’ultimo”.

Amici/amiche, da ieri, l’impegno sarà diverso, ma vi garantisco di farlo con lo stesso entusiasmo con cui avrei ricoperto altri ruoli, sarò presente insieme con chi lo vorrà nei quartieri, nelle strutture comunali per attivare le azioni necessarie al superamento delle problematiche riscontrate.

Un ringraziamento ai giornalisti che in questi mesi hanno operato con saggezza ed equilibrio. Ancora una volta prenderò lo zaino e riprenderò il cammino… ne cambierò il contenuto perché è cambiata la meta,sicuramente avrò un binocolo per guardare lontano, un paio di guanti  perché ci dovremo dare da fare anche fisicamente, avrò un’agenda con i numeri di telefono di chi vorrà dirmi “IO CI SONO”, della carta da lettere, uno specchio e una bussola…. buona strada.

Beppe